Archivio Storico de Il Giornale di Rieti
 

Il giornale di Rieti
 
 

Oratorio San Pietro Martire, l'Enea monitora l'opera d'arte della città di Rieti
Pubblicato il 27/04/2011 10.10.02 nella sezione cultura a cura di dalla Redazione
 
Domani a Roma il convegno 'Enea per i beni artistici della città di Rieti'
 
 

I risultati delle attività di monitoraggio delle opere d'arte presso l'Oratorio di San Pietro Martire a Rieti, svolte dall'Enea in collaborazione con la Scuola Interforze per la Difesa NBC e il Museo Diocesano di Rieti, sono i protagonisti del Convegno "Enea per i beni artistici della città di Rieti" che si terrà domani 28 aprile alle 10 a Roma, in via Giulio Romano, sede dell'agenzia nazionale.

L'evento, spiega una nota Enea, è dedicato inoltre alla presentazione delle opportunità, soprattutto per il settore della fruizione dei Beni Culturali e del loro restauro, offerte dal Radar Topologico ad Immagine (RGB-ITR), realizzato presso il Centro Ricerche Enea di Frascati.

RGB-ITR è un sistema per la visione laser remota e non intrusiva a colori 3D, unico per prestazioni di accuratezza e precisione in ambito internazionale. L'apparato è completato da un software appositamente sviluppato per la raccolta e l'analisi dei dati, che trova applicazione nelle procedure diagnostiche propedeutiche a interventi di restauro sia di superficie che sommersi - archeologia sottomarina.

L'utilizzo di tecnologie innovative e, in particolare, della modellazione tridimensionale rivolta alla conservazione dei beni culturali sta ricoprendo un ruolo sempre più importante in questi ultimi anni. Nella ricostruzione tridimensionale di superfici complesse quali dipinti o siti culturali, aggiunge la nota Enea, nasce l'esigenza da un lato di avere un elevato grado di dettaglio, dall'altro di avere un modello abbastanza "leggero" che possa consentirne la visualizzazione interattiva.

L'attribuzione dei dati alfanumerici alle scene del ciclo pittorico e la loro interrogazione durante la visita virtuale ha reso il modello 3D un avanzato strumento di studio e ricerca, oltre a suggerire forme rigorose di rappresentazione della complessità intrinseca di classificazione degli oggetti d'arte agli addetti ai lavori.

Oltre a Giovanni Lelli, commissario Enea, Roberta Fantoni, Massimigliano Guarnieri e Marco Bussagli dell'accademia delle Belle Arti di Roma, parteciperà la dottoressa Ileana Tozzi del Museo Diocesano di Rieti.

 

   
invia l'articolo


 
 

:::::: © 2007 -2014  -supplemento a "il giornale di Rieti" www.ilgiornaledirieti.it - Tutti i diritti riservati ::::::
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori